Le parole possono avere più interpretazioni. Le parole che dici ad alta voce non sono tutto. È una debolezza degli esseri umani: molte volte mettono gli altri a dura prova per confermare la propria esistenza. È una contraddizione.

— Cattleya

Risposte in sintesi alle bufale di Zeitgeist

Un piccolo strumento per rispondere velocemente alle bufale che girano in rete

anti-zeitgeist

La Verità ci renderà liberi

Zeitgeist, come la rete, è piena di bufale costruite ad arte per incrinare la fede di credenti poco informati e aizzare l’odio di anticlericali con il dente avvelenato. In particolare si cerca di smontare la storicità di Cristo insinuando che in realtà sia un mito che prende a piene mani da culti pagani. Qui una breve sintesi delle affermazioni fatte nel film, corrette là dove necessario.

Horus

  • “Nato da una vergine”- Falso – Iside partorì Horus dopo un rapporto sessuale con Osiride che era in stato vegetativo. Anche traducendo male la leggenda non si può certo parlare di concezione virginale.
  • “Annunciato da una stella cometa e camminava sulle acque”- Falso  – Non esiste alcun riferimento a stelle apparse durante la nascita di Horus, né alla sua capacità di camminare sulle acque.
  • “Guariva gli ammalati” – Horus bambino è associato alla guarigione dai morsi di serpente e dalle punture di scorpione.
  • “Fu crocifisso e resuscitò dopo 3 giorni”- Falso – Uno dei miti su Horus racconta che dopo il morso di uno scorpione, il bambino fu riportato in vita dal dio Thot.

Mitra

  • “Nato da una vergine, il 25 dicembre e annunciato da una cometa”- Falso –  Mitra nacque da una roccia già ragazzo. Non si ha notizia sul giorno preciso della sua nascita, né vi sono prove che essa venisse celebrata il 25 dicembre. La notizia trae origine dalla celebrazione in quella data di un’altra divinità solare ( il Sol Invictus), giorno anticamente corrispondente al solstizio invernale. Nella letteratura mitraica non si riscontra alcun riferimento ad una stella cometa.
  • “Seguito da 12 discepoli”- Falso – Non vi è alcuna documentazione sul fatto che Mitra avesse 12 discepoli. Il Mitra iraniano aveva un solo compagno, quello romano  due aiutanti. L’origine di questa idea potrebbe essere un’incisione raffigurante Mitra che uccide un toro con 12 persone intorno che assistono.
  • “Faceva miracoli” – Si riteneva che Mitra avesse fatto diversi miracoli (come è normale per una divinità).
  • “Morì per 3 giorni”- Falso – Nella letteratura Mitraica non si fa alcun riferimento alla morte (né quindi alla risurrezione) del dio.
  • I presunti paralleli del mitraismo con il Cristianesimo sono nati almeno un secolo dopo la stesura del Nuovo Testamento, troppo tardi quindi per dire che il Cristianesimo ha “copiato” qualche idea dal mitraismo. É invece molto probabile contrario.

Krishna

  • “Nato da una vergine”- Falso – Krishna era l’ottavo figlio di sua madre, che quindi non era vergine.
  • “Annunciato da una stella cometa”- Falso – Nella storia della nascita di Krishna non è menzionata alcuna stella cometa.
  • “Faceva miracoli” – Come la maggior parte delle divinità, Krishna fece molti miracoli.
  • “Era chiamato figlio di Dio”- Falso – Benché figlio del dio Vishnu, nel mito Krishna non viene mai chiamato “figlio di Dio”.L’espressione “figlio divino” compare nel ‘900  in un libro E. Shurè sull’esistenza di una “religione universale”.
  • “Figlio di un falegname”- Falso – Non vi è alcune fonte in cui si dice che il padre di Krishna era un falegname, infatti la famiglia di Krishna era una famiglia nobile e ricca del tempo e Krishna era  l’ottavo avatar (reincarnazione) del dio Visnu.
  • “Risuscitò”- Falso – Krishna morì colpito al piede da una freccia avvelenata. Alla morte, il suo spirito divino lasciò il suo cadavere (mentre Gesù è risorto con tutto il suo corpo).

Dioniso

  • “Nato da una vergine”- Falso – La cosa è discutibile. La madre di Dioniso fu ingravidata da Zeus attraverso una folgore accecante. Nessun mito si riferisce a lei come una vergine, al contrario in più di uno  si parla di lei l’amante di Zeus. La sua nascita si ricordava in diverse feste da dicembre fino ad aprile.
  • “Maestro itinerante” – Secondo alcune versioni del mito, Dioniso errava per insegnare la coltivazione della vite e la preparazione del vino. Il culto di Dioniso,  dio dell’ebbrezza, è infatti legato al consumo del vino e a particolari varietà di edera contenenti sostanze psicotrope.
  • “Trasformava l’acqua in vino”- Falso – Durante i riti celebrati in onore di Dioniso, per realizzare la piena comunione con il dio, ci si ubriacava, si squartavano vittime e si mangiava la loro carne cruda. Durante l’epifania del dio si dice accadessero molte cose sensazionali: forza fisica eccezionale, invulnerabilità al fuoco e alle armi, acqua, vino e latte scaturivano dal suolo, ecc.
  • “Era chiamato Bambino santo”- Falso – In nessun mito Dioniso è chiamato “bambino santo”.

 Appronfondimenti

Per approfondimenti e dissertazioni sull’argomento, potete leggere “Zeitgeist: la più grande bufala mai raccontata”, e “Gesù è un miscuglio di miti e leggende?”. Buona lettura

Commenti da facebook

Commenti

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

dodici + 2 =

Morwen Papù

Author: Morwen Papù

Cultura cattolica: Provengo da una famiglia praticante che, pur con tante difficoltà, è sempre riuscita a tenermi vicina alla Chiesa. L'infanzia con la mia mitica nonna significava almeno un Rosario e una Messa al giorno, più un pellegrinaggio con il gruppo di preghiera una volta al mese XD. La vera conversione, però, è arrivata solo nel periodo adolescenziale. Essendo una ragazzina sofferente e dal carattere ombroso, avevo iniziato ad essere arrabbiata con Dio, fino ad arrivare al punto di negarne l'esistenza. Salvo poi continuare con Lui un rapporto interiore costante, la dimostrazione che esisteva eccome. Prova ne era il fatto che, pur considerandomi atea, continuavo a rivolgermi a Lui dentro di me tutti i giorni! Successivamente, studiando teologia all'università, sono incappata nell'errore di un approccio eccessivamente intellettualistico nei confronti della fede, ammirando la perfezione della dottrina cattolica senza riuscire realmente a metterla in pratica nel quotidiano. Grazie all'esperienza con la Comunità Sant'Egidio, infine, sono riuscita a superare questo ostacolo: insomma, Dio mi ha buttato giù da cavallo con la Sua luce, ora si tratta di rialzarsi e seguirlo! Cultura nerd: Dopo essere cresciuta a pane, Star Wars, musica rock, cartoni della Disney e personaggi della Marvel, a 16 anni ho letto il Signore degli Anelli, innamorandomene così tanto da rileggerlo subito dopo in inglese. Travolta dall'amore per tutta la letteratura fantasy e la mitologia nordica, ho letto qualsiasi cosa Tolkien avesse scritto, perfino come medievista e filologo. Adoro le serie americane (in primis Chuck, seguito a ruota da Person of Interest), che per deformazione professionale guardo solo e soltanto in lingua originale!

Share This Post On
Share This