Cominciate col fare ciò che è necessario, poi ciò che è possibile. E all’improvviso vi sorprenderete a fare l’impossibile.

— San Francesco d’Assisi

[Una birra con CattOnerD] #3 – Fallo santo!

Nella puntata “Fallo santo! La castità per un amore senza pene” ci siamo occupati di un tema caldo, anzi, HOT.

Cos’è la castità? La Chiesa è sessuofoba? È vero che un 30enne vergine diventa un mago? Se mi tocco divento cieco? E perché non slovacco? Ci sono giochi di parole nel titolo di questa puntata?

Ad alcune di queste domande abbiamo provato a rispondere, e su altre ci siamo fermati a riflettere, su altre abbiamo sorvolato.

Scherzi a parte, abbiamo affrontato temi come la continenza, la concupiscenza, il matrimonio e il fidanzamento senza “consumonio” (citando Brutilde di “Robin Hood: Un uomo in calzamaglia”).

Abbiamo inoltre raccolto testimonianze, tra cui quella di Stefano Giordani, mostrato uno sketch di Giovanni Scifoni, e risposto agli utenti di twitch intervenuti durante la diretta. Non è mancata qualche risposta al dibattito fra Fedez e Don Ravagnani.

Con noi gli autori del blog “Teologia del corpo & more“.

Iscrivetevi al nostro canale podcast su iTunes!

Qui la puntata su youtube

CattOnerD
[Una birra con CattOnerD] #3 - Fallo santo!
/

Commenti da facebook

Commenti

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

due − 2 =

Lars Daryawesh

Author: Lars Daryawesh

Cultura cattolica: Ho sempre avuto un approccio razionale alla fede. Più ragionavo sulla vita e sul creato, e più scoprivo che a molte delle mie conclusioni era già arrivata la Chiesa secoli e secoli prima. Inoltre, là dove le nostre conclusioni divergevano, mettendomi in discussione ho felicemente scoperto che alla fine aveva sempre ragione Lei. Ora però ho imparato che la fede non è solo un rapporto di testa, ma anche di cuore e di corpo, e ho potuto constatare con mano e con occhi quanto scommettere su Cristo possa portare ad una migliore consapevolezza di sé e ad un livello più alto di bene da poter donare agli altri. Cultura nerd: Ho iniziato con i videogiochi con l'Amstrad a cassette. Seguita subito dopo dal mio primo amore informatico: L'Amiga 500. Seguirono poi svariati pc, sia con Windows che con Linux (fedora, Debian e poi Ubuntu), fino ad arrivare alla Apple con il suo OSX. Ho inizato a leggere manga alle elementari, con Guyver (di cui ancora non ho visto la fine!), e tempo permettendo sto seguendo delle serie ancora in corso d'opera (Gantz, One piece, Berserk ecc ecc). Adoro gli z-movies e il cinema in generale, soprattutto film demenziali come Hot-Shot o Zoolander. Potrei andare avanti ma penso che questo dovrebbe bastare a darvi un'idea su di me!

Share This Post On